Lavaggio di metalli ad ultrasuoni

Il lavaggio ad ultrasuoni è molto efficace nella pulizia di componenti elettronici, di metalli nobili, di pezzi di precisione da tornitura, materiali lavorati con molti particolari: nella raccorderia o nelle valvole con fori cechi si inserisce la limatura di ferro difficile da rimuovere.

Negli impianti di lavaggio per metalli realizzati da noi, gli ultrasuoni sono un optional, ce lo chiedono il cliente. Il numero di generatori di ultrasuoni viene deciso già in fase di progettazione per adeguare e predisporre la camera di lavaggio nella quale vengono installati i trasduttori.

Il potenziale degli ultrasuoni nelle nostre lavatrici

Possiamo arrivare ad applicare anche cinque trasduttori per impianto, laddove è necessario togliere materiale ostinato, come ad esempio la pasta di lucidatura resa più resistente dalla cottura e dall’essiccatura, in questo caso il detergente caldo da solo non basta.

Come funziona la tecnologia a ultrasuoni?

Dopo il primo ciclo di lavaggio ad alcoli modificati entrano in campo gli ultrasuoni. La pulizia si basa sul principio della cavitazione.

Le nostre lavatrici dotate di questa tecnologia optional sono composte da un trasduttore e da un generatore elettronico di ultrasuoni.

Le vibrazioni trasmesse all’acqua, generano bollicine sottovuoto che implodono e agiscono (cavitazione), staccano lo sporco in modo uniforme su qualsiasi materiale: acciaio, ottone, alluminio e molti altri.

IL LAVAGGIO DEL FUTURO… ADESSO

I nostri clienti